Attività e Natura allo stato puro
cookie

SCIALPINISMO 22 04 2018 GITA FULMINANTE

Il Vulcano dalle mille risorse sa sempre come stupirci ed anche questo fine aprile vuole regalarci qualche sorpresa. Improvvisamente due giorni di instabilità in quota, mentre a valle si tirano fuori costumi ed asciugamani, ci fa alzare in sù il naso e ci invita a fare ancora qualche giro con gli sci.

la giornata sembra di assoluta quiete, una di quelle tante giornate primaverili con il verde dei germogli sempre più presente ed un coro di uccellini che cantano a festa; saliamo in direzione di Piano delle Concazze, mentre lentamente sinistri nuvoloni risalgono dai versanti meridionali.

la neve nuova, di quella di inizio e di fine stagione, forma uno strato compatto e ci invoglia fino a farci raggiungere i 2700 m di quota, allorquando, nel giro di pochi minuti, i nuvoloni diventano una cortina plumbea e i primi boati si odono, sempre più vicini; ragazzi è ora di adottare un rapido dietro-front, detto fatto siamo già a curvare su una neve che sembra quasi finta, mentre le prime saette ci incalzano alle spalle.

Insegnamento del giorno: “u fuiri non è veggogna, ma è savvamentu i vita” (talvolta il fuggire non è vergogna ma salvezza)

Saro Messina

 

Lascia un commento