Attività e Natura allo stato puro
cookie

Scialpinismo 02 02 2014 l acqua del quarantore

 

Per tutta la notte e fino a questa mattina, lo scirocco con tutta la sua irruenza, ha scaricato il suo eccezionale carico d’acqua sulla Sicilia orientale, ma la temperatura è estremamente alta e i timori di una “quota neve” eccesiva, ci attanagliano.

Decidiamo di partire, tecnicamente “al buio”, mentre ancora piove.

Sul versante dei Pizzi Deneri, mentre iniziamo la risalita sotto una fitta nevicata, una pallida schiarita ci fa intuire che qualcosa è cambiato. Notiamo che le creste delle colate non sono cosi’ evidenti come sempre, sono state riempite da una neve umida e pesante e che già si trova al suolo sotto forma di una massa compatta e ghiacciata. Sulla parete dell’anfiteatro è necessario l’uso dei coltelli da neve, mentre fa capolino un pallido sole.

Giungiamo ai Pizzi Deneri 2840 slm, ed un meraviglioso panorama si mostra tutt’intorno a noi.

Si scende in fila indiana per il canalone del quarantore, il fondo è durissimo, mentre uno straterello superficiale di neve nuova ci addolcisce le curve, bella sciata.

Giunti in fondo al canale a quota 1800, quando lo strato di neve si assottiglia fino a costringerci a mettere gli sci in zaino, ci accorgiamo che uno scroscio d’acqua ci accompagna, eppure è vero…….il quarantore scorre!! proprio come in primavera. 

 

Lascia un commento