Attività e Natura allo stato puro

Archivi del mese: aprile 2014

pubblicato 28 04 2014 – 11 14 04 2014 il tour del Mte Rosa

 

Quando sei mesi fa, era stata lanciata l’idea di prenotare un volo alla volta di Torino, era stato quasi per gioco. Tuttavia, sapendo di poter contare su un paio fidati amici, ottimi scialpinisti e conoscitori delle montagne della Valle d’Aosta, il progetto pian piano si era fatto realtà.

Ora, ancora increduli, ci rendiamo conto di aver percorso, una delle più belle vie di alta montagna presenti nel territorio nazionale, dove si ergono sovrane le più alte cime e gli imponenti paesaggi di dirompente bellezza, lasciano senza fiato la piccolezza dell’essere umano.

All’appuntamento c’e’ anche Massimo, il capriolo valdostano, che sfodera con vigore tutto il suo sapere e la sua onesta passione per le montagne di casa sua. E’ vero che l’invidia è un sentimento da condannare, ma che gran bella casa che hai Massimo !!!!

La lunga salita da Cervinia, appesantita da una giornata oltremodo tiepida, ci mette subito a confronto con la severità della quota, ma che colpa abbiamo se l’Etna arriva a 3300 metri?

Tutti accusiamo la maggiore difficoltà dei nostri alveoli ad assumere l’ossigeno, Pelliccia e Bandana in modo particolare, fino al punto che la loro prosecuzione del tour è messa in discussione.

Il giorno seguente, l’inaspettata giornata di sole ci permette una bella salita al Breithorn occidentale e la successiva cresta verso il centrale, il morale è alle stelle.

Trascorsa la notte alla capanna delle guide di Ayas (Lambrunecca), il tempo peggiora in modo netto ed il vento fischia impetuoso sul tetto della struttura. Si decide ugualmente di uscire dal rifugio e tentare di risalire fino ai piedi del Castore. Nulla da fare, la situazione meteo continua a peggiorare e una salita in queste condizioni su una montagna (quest’anno in condizioni non ideali), sarebbe una imprudenza. Pietro e Massimo non mollano e decidono caparbiamente di tentare la risalita e la successiva traversata sul ghiacciaio, mi chiedo…….avranno preso dei rischi???

Il resto del gruppo, sotto la magistrale guida di Claudio e Carlo, scende la morena del ghiacciaio verso la valle d’Ayas fino a S.Jacque. Nulla di più entusiasmante ed azzeccato, quasi 2300 m. di dislivello attraverso paesaggi di incomparabile bellezza……dimentichiamo completamente la cima del Castore.

Il cambio dei piani originari, ci costringe a usufruire (in via del tutto eccezionale per noi) degli impianti di risalita di Champoluc e la successiva cabinovia fino a P.ta Indren, alla volta della risalita alla capanna Gnifetti.

A cena arrivano notizie sconfortanti per l’indomani, si parla di venti a 75 km/h, a queste quote non si esce già a 30 km/h!!!! Per noi tutti, l’idea di rinunciare alla punta Gnifetti suona come una sconfitta. La mattina seguente, miracolosamente, appare come una mattinata splendida e con solo una leggera ventilazione, meraviglioso!! si parte.

La salita è bella ed interessante, i paesaggi sono meravigliosi, i cavernicoli dimostrano un incredibile adattamento alla quota, in poche ore siamo sul balcone panoramico della Regina Margherita, SPLENDIDO!!. Goduto appieno della spettacolare situazione, il gruppo di scialpinisti viene chiamato ai doveri da Claudio & C. mentre il l’arietta comincia a diventare un ventaccio, si scende anche lungo il famoso canalone dell’aquila, su neve….onestamente non bella, mentre i muscoli delle gambe cominciano a manifestare malcontento.

Il rientro a Stafal è un tripudio di gioia e soddisfazione, complimenti a tutti i Cavernicoli ed un grazie di cuore a Claudio, Massimo, Carlo, Paola B. e Paola Z., senza di loro tutto sarebbe rimasto solo un sogno nel cassetto.

 

Saro Messina

20140411_140133 20140411_152503 20140411_152513 20140411_181422 20140411_183133 20140411_193603 20140412_070701 20140412_070718 20140412_082026 20140412_082043 20140412_082321 20140412_082329 20140412_082347 20140412_082402 20140412_082410 20140412_082429 20140412_094855 20140412_094953 20140412_095001 20140412_095937 20140412_095950 20140412_095954 20140412_100002 20140412_100604 20140412_100607 20140412_100618 20140412_100704 20140412_100739 20140412_102109 20140412_103424 20140412_103429 20140412_103747_2 20140412_103747_3 20140412_111354 20140412_112118 20140412_133536 20140412_133540 20140412_133648 20140412_133755 20140412_133948 20140412_134044 20140412_134048 20140412_141755 20140413_094304 20140413_094354 20140413_095253 20140413_095301 20140413_095355

 

 

Scialpinismo 19 04 2014 farina di Pasqua

 

Che la stagione 2013 2014 si sia rivelata assai singolare dal punto di vista meteo, è ormai cosa certa, ma quello che vi racconto oggi, comincia ad essere incredibile.

Tornati dal nostro meraviglioso giro sul M.te Rosa, con soddisfazione avevamo pensato di riporre tutta l’attrezzatura e pensare al futuro. Niente da fare, configurazioni balcaniche ci annunciano che un robusto colpo di coda invernale, interesserà il meridione e soprattutto i versanti orientali.

Fabio Meteo, non sta sulla pelle e si agita freneticamente tra i suoi amati modelli previsionali.

Sabato, è la giornata favorevole per sfruttare le precipitazioni avvenute nei giorni precedenti ed oltretutto, con condizioni invernali. Cavernicoli a raccolta, di buon mattino, notiamo che si sale con le pelli da quota 1800….meraviglioso!!!!

Destinazione versante nord ovest, p.ta Lucia, ci accorgiamo che man mano una fresca coltre di neve farinosa ricopre lo strato ghiacciato precedente. Il canale nord di P.ta Lucia, è pieno di neve fresca, come mai in questa strana stagione, un colpo d’occhio ed la decisione è presa.

Una “frescata” da manuale, malgrado la luce non perfetta, scivoliamo ad oltre 50 km/h verso il fondo del fianco nord ovest del Vulcano, mentre Meteo sembra invasato da una strana forza….

Bilancio: 1900 m.di dislivello, una sciata da ricordare per sempre.

Ma che bel regalo che ci hai fatto Etna, pensavamo addirittura che “A Muntagna” si possa essere ingelosita del nostro viaggio sulle Alpi e che quindi ci abbia voluto inviare questo piacevole messaggio…….

 

Saro Messina

&nbsp
19 04 2014 farina di Pasqua