Attività e Natura allo stato puro

Archivi del mese: ottobre 2013

Speed trekking 26 10 2013 la voce del Padrone

 

 

 

26 10 2013 Pizzi deneri per la cresta

Distanza:
9.31 km
Ora:
4:07:57
Passo medio:
26:39 min/km
Aumento di quota:
1,104 m
Temperatura med:
22.3 °C

Dettagli

Tempo
Ora:
4:07:57
Tempo in movim.:
2:09:21
Tempo trascorso:
4:07:57
Passo medio:
26:39 min/km
Avg Moving Pace:
13:54 min/km
Passo migliore:
4:59 min/km
Velocità
Passo

Quota
Aumento di quota:
1,104 m
Perdita di quota:
1,101 m
Quota min:
1,736 m
Quota max:
2,827 m

Freq. card.
FC Media:
135 bpm
FC max:
193 bpm
Zone
% massima
bpm

Temperatura
Temperatura med:
22.3 °C
Temperatura min:
10.8 °C
Temperatura max:
32.8 °C

L’incredibile campana anticiclonica che ci stringe saldamente in un potente abbraccio, ci mostra anche oggi, una giornata dai connotati più che estivi. Ma stamane, la novità è quella che a “Muntagna”, ha deciso di far riparlare di se.
Già dalla notte, un flusso incandescende si spinge parecchie centinaia di metri al di sopra delle bocche superiori.
Di prima mattina, i Cavernicoli sono già di buon passo; hanno deciso di godersi lo spettacolo dal balcone naturale dei Pizzi Deneri a quota 2827.
la risalita, viene concepita lungo la cresta per avere un panorama unico sulla valle e sulle bocche di levante. Mancano solo pochi all’appello, il gruppo quest’anno appare più coeso del solito ed il ritmo appare già alto sin dall’inizio. Lungo la risalita, le soste sono più frequenti del solito ma lo spettacolo appare irresistibile anche per noi, abituati a questi fenomeni.
Abbiamo rinunciato alla quota ma quello che appare davanti ai nostri occhi, è un misto di potenza, bellezza e inquietudine e ci fa riflettere sul fatto, che chi comanda è sempre, sua Maestà.
Saro Messina

Speed trekking 19 10 2013 il cratere di NE

 

Distanza:

17.84 km

Ora:

5:19:23

Passo medio:

17:54 min/km

Aumento di quota:

1,647 m

Temperatura med:

21.1 °C

Tempo

Ora:

5:19:23

Tempo in movim.:

3:53:32

Tempo trascorso:

5:19:23

Passo medio:

17:54 min/km

Avg Moving Pace:

13:06 min/km

Passo migliore:

5:03 min/km

Passo

Quota

Aumento di quota:

1,647 m

Perdita di quota:

1,645 m

Quota min:

1,822 m

Quota max:

3,301 m

Freq. card.

FC Media:

148 bpm

FC max:

192 bpm

bpm

Temperatura

Temperatura med:

21.1 °C

Temperatura min:

10.5 °C

Temperatura max:

39.4 °C

Anche oggi, si continua a respirare una strana aria d’estate e l’inconsueta stabilità atmosferica ci induce a pensare al top del nostra montagna; unica variante, una visita al nostro amato canale di poggio di lenzi, apparsoci oggi molto più aspro rispetto alla sua veste invernale.

Il </iframe> di Nordest, la punta più alta dell’Etna, meglio approfittarne subito, pensando a quei lunghi periodi in cui la cima ci intima il suo off limit !!

Del resto, visti gli obiettivi futuri, ai cavernicoli quest’anno interessa particolarmente lavorare alle alte quote.

Ad allietare l’evento, usciti dalle loro tane estive, gli inediti Pelliccia e Lapunaru (neosposo).

Quasi 1700 m. di disl coperti egregiamente e senza affanno, fa media a parte il solito Guru, oggi particolarmente incisivo, forse perchè orfano del fido Tribuno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

19 10 2013 il cratere di NE

 

 

Speed trekking 12 10 2013 il Santuario dei cavernicoli

Disl.vert. Ascesa: 1348
disl.vert.discesa:1348

distanza: km.11,41

tempo tot: h.4,07
tempo in mov: h.3,02
difficoltà: media

A nostro parere, uno tra i più bei trekking che si possano effettuare sull’Etna, non solo perchè si attraversa tutta la Valle del bove ,il Santuario di noi cavernicoli, ma anche per il suo fantastico aspetto paesaggistico; dalla rigogiosa vegetazione e dei boschi del fianco sud est della schiena dell’asino a quel che resta del mitico canale dei faggi.
Da citare, le singolari corse sulla sabbia vulcanica lungo la discesa del canalone, apprezzate tante dai più giovani…..ma non solo….
Saro Messina


12 10 2013 il Santuario dei cavernicoli ok

 

Speed trekking 05 10 2013 visita all’inferno

La giornata uggiosa di oggi, ci ha stimolato alla visita del posto, che avrebbe potuto tranquillamente ispirare Dante durante la descrizione della sua opera: l’inferno dei crateri sommitali, il tetto dell’Italia centro-meridionale.

Un trekking veloce in quota, che ci ha portati dai 1830 m. del margine della SP.92, ai 3210 m. delle bocche sommitali in poco più di 2 ore !! Un po’ di vapori sorbiti, qualche suola ammorbidita dal suolo bollente….ma nulla di grave.

Niente male per i primissimi test dei cavernicoli, effettuati con sviluppo di dislivello verticale; una buona premessa per la stagione scialpinistica, che sembra essere alle porte.

 

Saro Messina