Attività e Natura allo stato puro
cookie

saromessina

SCIALPINISMO 08 12 2018 OMAGGIO ALL IMMACOLATA

Anche quest’anno, la nostra Santa di riferimento ci ha regalato una giornata entusiasmante, frutto di una nevicata non prevista da alcun bollettino meteo e dal carattere sicuramente spirituale. In una situazione, quest’anno, continuamente “border line”, i 15 cm comparsi sui versanti orientali e nord orientali, sono stati interpretati come un segno di benevolenza verso i Cavernicoli. 

Un gruppo, man mano, più nutrito si è sparpagliato lungo il versante nord orientale, ostacolato da un sostenuto vento occidentale, che ci dice in verità, “nulla di buono” sul futuro meteorologico sulla nostra zona; bè…, in alto, la polvere dei giorni scorsi è stata sostituita da un vorticoso mare di neve in tempesta maltrattato dal vento e più in giù, da una base solida e quasi ghiacciata, divertente….Grazie Immacolata!!!

Saro Messina


SCIALPINISMO 02 12 2018 POLVERE DELL ETNA

L’ultimo susseguirsi di perturbazioni avranno, anche se non troppo incisivamente, apportato altra neve sul nostro Vulcano; ancora la visibilità non permette di conoscere più esattamente la situazione e le condizioni climati che non sembrano mostrare un rapido miglioramento.
Abbracciando il popolare motto dei Cavernicoli “Virennu facennu”, si parte.
In basso, ci accorgiamo che non è arrivato tanto e tra la nebbia e una finissima nevicata iniziamo la risalita.Non so perché ma qualcosa mi dice che sfonderemo presto ed il sole ci illuminerà all’improvviso. Detto fatto, da quota 2700 tutto diventa luminoso ed un deserto di candida neve nuova ci stampa un sorriso in faccia!! Pregiatissima polvere fino a quota 2800, più in giù, una insidiosa crosta ci mette in difficoltà anche se le splendide curve disegnate nella nostra mente ci anestetizzano dal dolore muscolare delle nostre gambe.
Ottimo bilancio in salita e regalo inaspettato, continuiamo cosi’ Cavernicoli.
Saro Messina

SCIALPINISMO 29 11 2018 LA VALLE BIANCA

Ho visto, qualche giorno fà, che la grande “B” dal moto ciclonico in rotazione antiorario, si è portata a destra in alto della nostra amata Isola; Bene, questo è sempre un buon presentimento per I Cavernicoli, e la temperatura si è pure portata finalmente sui valori medi del periodo!!! Si sente odore di bianco nell’aria, niente è un caso se di giovedì mattina si presentano all’appuntamento un folto gruppo di Cavernicoli “arrapati”. Sui versanti meridionali e sud orientali, lo spettacolo è deludente, ma qualcuno sospetta che i versanti settentrionali e occidentali abbiano aver beneficiato di un prolungato effetto “Stau”.

La fiducia non è stata mal riposta, e dopo 1500 m. di dislivello positivo, lo spettacolo a cui si assiste rinvigorisce le membra affaticate: oltre mezzo metro di polvere brillante ammanta le colate settentrionali del nostro Vulcano……E Vaiiiiii. Grazie grande B

Saro Messina

SCIALPINISMO 18 11 2018 UN SOGNO ANCORA

Anche oggi, i Puffi Cavernicoli sono riusciti a concretizzare il loro secondo sogno autunnale, pur essendo ancora privi del loro mentore: il Grande Puffo.
“Se i 5/10 cm di neve previsti riescono a scendere, considerata la base compatta lasciata la scorsa settimana, il divertimento è assicurato”, tuonava perentorio qualche giorno prima un “Puffo orfano”.
Tutto come programma, a parte la presenza più nutrita di Cavernicoli pseudo dormienti, una bella giornata dal sapore e dai colori autunnali che come segno distintivo ci lascia sicuramente impressi: la discesa dei primi duecento metri di dislivello del canalone centrale dei Pizzi Deneri.
Saro Messina

dav

SCIALPINISMO 11 11 2018 SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZO AUTUNNO

Una premonizione, la scorsa settimana, mi aveva spinto a fare lo zaino e l’attrezzatura per la prima della stagione; sarà stato un condizionamento indotto dalla forte voglia di iniziare la nuova stagione o altro?

Dico ai compagni d’avventura: cosa ci costa portare anche gli sci? Lasciarli in macchina, eventualmente è forse reato? Il bollettino meteo, tra l’altro, non è neanche nostro alleato e continua a parlare di precipitazioni spinte da venti di scirocco. Non ci sarebbe da scommettere una cicca, ma la mia premonizione continua a girarmi nella testa. Decidiamo di tentare.

Dopo la prima schiarita della giornata, scorgiamo sui Pizzi Deneri la prima neve della stagione; che aspettiamo? Andiamole incontro, lasciando le scarpe da trekking in auto.

Bilancio della giornata: 1250 m.+ con 15 km di sviluppo, quota neve 2400 con belle curve da 2700 m. su fondo compatto e omogeneo. Congratulazioni Cavernicoli.

Saro Messina

TREKKING 27 10 2018 IL GIRO DI SERRACOZZO

Continua la serie positiva di escursioni del consolidato gruppo di Cavernicoli a cui, questa settimana, si è inaspettatamente aggiunto il resuscitato Tribuno. La giornata non permette tutto, infatti un insidiosissimo cambio di circolazione ci prospetta forti venti sud occidentali, sopratutto alle quote superiori; ebbene, dopo un programma variato, decidiamo di percorrere un trekking di sicuro successo e grande impatto paesaggistico: la risalita della cresta nord della Valle del Bove (fino ad una situazione di sostenibilità di vento) ed il successivo rientro nella Valle attraverso un accesso, sicuramente, precedente ai Pizzi Deneri, in zona Serracozzo.
Esperimento riuscito, da sottolineare la grande diversità di ambienti attraversati, il rigogliosissimo ambiente boschivo della risalita, contrapposto al ruvido “paesaggio lunare” all’interno della Valle,…..ancora una volta si gode dei privilegi di andare a spasso per il nostro Vulcano.
Saro Messina

sdr

dav

dav

dav

dav

sdr

dav

sdr

ESCURSIONISMO 20 10 2018 IL CONTATTO

Mi è stato riferito che, in alto, sia arrivato l’inverno…; non c’e’ tempo da perdere, andiamo subito a sentire che aria tira.

Fortunatamente e inusualmente, oggi di aria ne tira ben poca, quindi andiamo a sfruttare la finestra di ottimo clima che questo ostinato flusso sciroccale ci sta ora regalando e puntiamo in alto, a sentire che tipo di scricchiolio si senta sotto i nostri scarponi. Siamo (ottimamente) in quattro e permettendoci un passo a buon ritmo, mettiamo a segno un entusiasmante trekking alle alte quote, oggi si suda tanto, il contatto siamo riusciti a stabilirlo e l’ottima giornata ci spinge a prospettare un nuovo “benvenuto” a breve termine al nostro amico “Inverno”.

Saro Messina

TREKKING 06 10 2018 PASSAGGIO A NORDEST

Sarebbe ora che i Cavernicoli comincino ad andare alla ricerca delle prime tracce che annunciano la nuova stagione, che sembra prendersela comoda.
Niente di meglio che tracciare il classico itinerario sul versante nordest del Vulcano, attraverso le magiche faggete di M.te Nero/Collabbasso alternate ai ruvidi passaggi di lava che testimoniano le numerose colate che nel tempo hanno interessato anche quella zona.
L’appuntamento con l’uomo delle terre di dell’entroterra etneo è alle 10,30; noi, con sommo stupore, ci accorgiamo di arrivare a grandi falcate alla Grotta del Gelo, addirittura con un po’ di anticipo.
La giornata è ampiamente di inizio autunno e le faggete, ancora non ci danno quei caratteristici segnali che annunciano l’avvicinarsi della nuova stagione, quindi, è meglio pensare di continuare a scaldare i motori con passeggiate e pedalate lungo il sempre magnifico territorio ai piedi di “Sua Maestà”, che oggi ci appare in cima leggermente imbiancato.
Comunque, ottima giornata in ottima compagnia.
Saro Messina

TREKKING 29 09 2018 CAVAGRANDE DEL CASSIBILE

Sentirsi come a casa propria, finalmente i Cavernicoli hanno riscoperto questa piacevolissima sensazione;e si, perché stiamo parlando di un sito che contiene un complesso rupestre presumibilmente costruito dai Siculi tra l’ 11esimo ed il nono secolo A.C. a scopo difensivo ove si trova incastonato un fiume (il Passibile) che nel corso del tempo ha scavato un canyon che ora strapiomba per oltre 300 m. Ma oltre le innumerevoli cascatelle e laghetti, la fitta vegetazione che sembra proiettarci in un set cinematografico di tema Tarzaniano, il sito contiene l’antichissima necropoli costituita da innumerevoli e tanto da noi amate caverne!!!
Pensiero personale: “sarebbe bene che questi autentici tesori vengano salvaguardati meglio e custoditi gelosamente”.
Qui, Noi ci sentiamo come a casa nostra, vedere per credere…..
Saro Messina



ESCURSIONISMO 31 AGO 01 SETT 2018

Come ormai tradizione vuole, anche per questa fine estate, in compagnia del mio camparuzzo Kairo, l’obiettivo è stato il versante nord ovest dell’Etna.
Abbiamo trovato una natura rigogliosa e pulsante che, personalmente, mi ha dato nuovo stimolo e buon umore, e pensare che la maggior parte delle persone si lamenta della pioggia e del clima fresco….., quando poi ci accorgiamo degli effetti vitali forniti all’ambiente da tali situazioni.
Il bosco ci ha regalato molteplici sorprese, dalla vasta varietà di profumi e fioriture alla presenza degli amici funghi, di ogni specie, senza esclusione del magico porcino dell’Etna.
Da citare il tradizionale bivacco, quest’anno leggermente più sobrio, vista l’esigenza di zaini meno pesanti…, e la notte che ci ha riservato un cielo stellato solamente durante la sua seconda parte.
Insomma, a parte i quasi 20 km percorsi, con zaini non propriamente adeguati a tale attività, la compagnia e l’atmosfera di comunione con il nostro primo e vero ambiente di vita, è stata straordinaria.
Alla prossima, grazie Kairo.
Saro Messina